Capelli, ogni quanto bisogna lavarli?

Capelli: quanto frequentemente bisogna lavarli?13335302-giovane-donna-con-i-capelli-belli-contorno-vettoriale-in-bianco-e-nero-archivio-fotografico

 

Nel secolo scorso i capelli venivano lavati una volta al mese.

Nel 1908 venne pubblicato un articolo, sul New York Times, che consigliava di lavare i capelli una volta ogni due settimane.

Oggi, invece, i parrucchieri consigliano di lavarli una volta ogni tre-quattro giorni, con lo shampoo. Le donne con i capelli ricci, invece,, dovrebbero utilizzare il balsamo al posto dello shampoo, poiché il balsamo ha meno proprietà detergenti e rimuove in maniera meno invasiva i residui sui capelli.

E’ sempre più diffusa, tra i personaggi famosi, la moda del “Low poo”, o, addirittura, quella del “No poo”.

Viene prediletta la “moda del poco o niente shampoo”, poiché le schiume e i loro tensioattivi sarebbero dannosi sia per l’ambiente che per la testa, riuscendo a danneggiare il follicolo e ad eliminare alcuni oli prodotti dalla cute che, sentendosi sotto attacco, produce più sebo ed ingrassa i capelli.

Se i capelli sono secchi o normali, va bene anche lavarli ogni cinque giorni. E, per fare in modo che si mantengano, si potrebbe procedere in questo modo: si può iniziare il primo giorno con una piega, il secondo si possono sistemare tenendoli un po’ sciolti, il terzo piastrarli e renderli lucenti con un po’ di olio, il quarto giorno può andar bene una coda, e il quinto lavarli.

Se, invece, sono sono sottili bisognerebbe lavarli più spesso, una volta ogni due giorni, ma soltanto il cuoio capelluto, perché, se si lavano tutti, è possibile che tendano a deitradarsi più facilmente.

Dipende, poi, anche da dove si vive: in città si sporcano molto più velocemente rispetto alla campagna.

C’è, però, chi sostiene che sarebbe opportuno lavare i capelli frequentemente, ossia ogni due-tre giorni o anche tutti i giorni.

Secondo tale teoria, gli oli naturali prodotti dal cuoio capelluto possono coltivare funghi che portano alla seborrea, la malattia che causa un’ eccessiva produzione di sebo delle ghiandole. Lavando i capelli si asportano quelli morti e si incentiva la crescita di nuovi.

 

Precedente Una ricetta post-natalizia Successivo Festival di Sanremo 2017