14 Febbraio – San Valentino, la festa degli innamorati.

14 Febbraio – San Valentino, la festa degli innamorati.

 

San Valentino ( Terni, 176 – Roma, 14 febbraio 273) è considerato il patrono degli innamorati e il protettore degli epilettici.

Nato in una famiglia patrizia, si converte al cristianesimo e diviene “vescovo di Terni” a soli 21 anni.

 Si reca a Roma per predicare il Vangelo e convertire i pagani, ma  trova l’opposizione dell’Impero Romano, impegnato nella persecuzione contro i cristiani.
 Viene  dapprima arrestato e, successivamente, decapitato il 14 febbraio 273 su ordine dell’ imperatore Aureliano, probabilmente perché aveva celebrato il matrimonio tra una cristiana e un pagano.
Secondo alcune leggende, sono tre i miracoli attribuiti a San Valentino:
  1. Avrebbe ridato la vista alla figlia cieca del suo carceriere. Quando stava per essere decapitato, Valentino saluta la giovane donna, con la quale era sentimentalmente legato, con un messaggio d’addio che si conclude con: “…dal tuo Valentino”.
  2. Avrebbe dato una rosa a due giovani che, in quel momento stavano litigando, invitando loro a tenerla unita nelle loro mani e i due giovani si sarebbero, poco dopo, allontanai riconciliati e, intorno a loro, sarebbero volate coppie di piccioni che si scambiano gesti di affetto.
  3. avrebbe unito in matrimonio una giovane cristiana, gravemente malata, e un centurione romano, inizialmente ostacolati dai genitori di lei. Il centurione chiama Valentino al capezzale della donna, chiedendogli di non esser mai separato dalla sua amata. Valentino, quindi, dopo aver battezzato l’uomo, unisce in matrimonio i due innamorati e, subito dopo, i due giovani muoiono entrambi.
 Si pensa che la Festa di San Valentino sia nata nel IV secolo, come contrapposizione alla festa pagana che si teneva il giorno 15 febbraio.
 Questa festa pagana prevedeva festeggiamenti sfrenati, in onore al dio della fertilità Luperco, che andavano in totale contrasto con la morale cristiana e, soprattutto, con l’idea di amore,
 Secondo la tradizione, durante questa festività romana che avveniva dal 13 al 15 febbraio, le donne romane si offrivano spontaneamente alle frustate di un gruppo di giovani nudi.
 A partecipare a questo rituale erano, spesso, anche donne incinte, convinte che le frustate facessero bene al nascituro.
 Questa “strana” festività spinse Papa Gelasio I, nel 496 d.C., a far nascere la festa di San Valentino, ricorrente il giorno 14 febbraio, che sarebbe diventata la Festa dell’Amore.
 La Festa di San Valentino viene festeggiata a:
  •  Terni, dove vengono celebrati numerosi eventi nel corso del mese di febbraio, tra cui la festa della promessa, che avviene la domenica precedente il 14 febbraio.
  • Bussolengo, dove avviene la Fiera di San Valentino, nella settimana a cavallo del 14 febbraio.
  • Quero, in provincia di Belluno, dove vengono fatte rotolare, dopo la messa, delle arance che i fedeli cercano di raccogliere prima che finiscano nel canale.
  • San Valentino Torio (SA), contemporaneamente con la sagra della “purpetta e pastenaca (polpetta di carote)”.
  • Mortegliano, in provincia di Udine, dove viene festeggiato la prima domenica dopo il 14 febbraio.
  • Zoppola, in provincia di Pordenone, festeggiato con consegna di una candela da accendere durante i temporali che scongiura grandine e tempesta.
  • Limana, in provincia di Belluno, e Quinto di Treviso. In questi due paesi si celebra con una grande festa in piazza, con tanti giochi per i bambini. I festeggiamenti durano una settimana, concludendosi, quindi, il sabato o la domenica successivi al 14 febbraio, con una sfilata di carri mascherati.

I commenti sono chiusi.